fbpx

Ascesso dentale: cause e terapie per l’infezione

ascesso dentale
14 Gen 2020

Ascesso dentale: cause e terapie per l’infezione

L’ascesso dentale è una raccolta di materiale purulento che viene a crearsi ogni volta che è presente un’ infezione. A seconda dell’origine si può parlare di ascesso parodontale o endodontico. Trattandosi di un’ infezione il supporto della terapia antibiotica è fortemente consigliato.

In caso di ascesso dentale il materiale infetto (pus) si raccoglie all’interno dei tessuti creandosi uno spazio e ingrandendosi gradualmente dal lato delle pareti più cedevoli. In questo modo si crea un tragitto fistoloso fino a trovare il suo punto di sfogo, intraorale o extraorale, che permette all’infezione di fuoriuscire. Questa fuoriuscita decomprime la sacca principale e quindi spesso il dolore e il gonfiore iniziale, causati dall’ascesso, trovano una parziale risoluzione.

L’ascesso dentale è sempre un evento acuto quindi non sarà possibile intervenire se non con un’azione a carattere di urgenza che miri al drenaggio del materiale sotto terapia antibiotica.

Gli ascessi legati al mondo dell’odontoiatria possono essere di origini diverse, ma i più frequenti sono l’ascesso parodontale e quello endodontico.

Per l’odontoiatra è fondamentale capire la causa dell’infezione perché la risoluzione, oltre alla terapia antibiotica, sarà completamente diversa. Nel caso dell’ascesso paradontale abbiamo un problema del sistema di ancoraggio del dente all’osso dove può essere presente una parodontite trascurata, piorrea o prodontosi. Invece, nel caso dell’ascesso endodontico abbiamo un problema di necrosi del nervo endodontico.

ascessoTrattandosi di un‘infezione la terapia antibiotica è l’intervento più appropriato, tuttavia non è sempre sufficiente.

La risoluzione dell’ascesso parodontale sarà legata al trattamento tempestivo della parodontite, sebbene in alcuni casi potrebbe essere troppo tardi per il salvataggio dell’elemento dentale.

Quando, invece, il dentista si trova davanti ad un ascesso endodontico dovrà aprire il dente iniziando una terapia canalare.

Nei casi in cui l’ascesso si presenti molto importante e abbia già una zona di minor resistenza può essere necessario inciderlo per il drenaggio oppure seguire degli impacchi caldo umidi al fine di creare una zona di richiamo dell’infezione e successivamente inciderlo.

Non sempre questa suddivisione è chiara dagli esami clinici-strumentali. Spesso ci troviamo di fronte a infezioni complesse: situazione compenetrate per cui non basta una sola terapia. In questi casi sarà necessario un insieme di atti medici al fine della miglior risoluzione per il paziente.

Se hai un’urgenza, un ascesso che ti causa disagio e forti dolori contatta lo Studio Dentistico Medical Center e avrai un appuntamento il prima possibile.

Se prenoti online dal sito web la prima visita e l’ortopanoramica sono gratuite.

Dott.ssa Maria Giulia Scorsolini

Lascia una commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: