fbpx

I danni del fumo al cavo orale: denti gialli e candidosi orale

denti gialli
23 Giu 2020

I danni del fumo al cavo orale: denti gialli e candidosi orale

Fumare è un’abitudine che causa molti danni alla salute. Per quanto riguarda il cavo orale i danni frequenti sono, prevalentemente, denti ingialliti e una tendenza alla candidosi orale. Infatti i denti gialli sono caratteristici di chi fuma abitualmente e i sintomi della candida orale si riscontrano maggiormente in chi ha questo vizio.

Quindi, il fumo non solo causa danni alla salute al livello sistemico multi organo, ma anche, nello specifico, al cavo orale.

Abbiamo già affrontato in questo articolo precedente le cause generali delle lesioni alla mucosa del cavo orale. In questo articolo, invece, parleremo nello specifico del fumo.

Infatti, sono diversi e di varia natura i danni che si possono riscontrare nel cavo orale a causa del fumo, i più frequenti sono:

  • Denti gialli
  • Insuccesso dell’osteoingrazione degli impianti
  • Candidosi orale

denti gialliDenti gialli

I denti ingialliti sono una delle conseguenze più frequenti dell’abitudine di fumare.

Infatti, i denti gialli sono il risultato del deterioramento dello smalto. Questo processo crea delle vere e proprie discromie.
I denti ingialliti non sono solo antiestetici, bensì sono la spia di un possibile danno più importante a livello gengivale.

Infatti, i denti gialli sono il risultato di un accumulo di placca e tartaro che causa inizialmente una gengivite che, se trascurata, può diventare parodontite. A questo punto si rischia la perdita dell’ apparato di supporto del dente fino a perdita del dente stesso.

denti gialliInsuccesso dell’osteoingrazione degli impianti

Tra i numerosi danni alla salute del fumo ci sono anche delle conseguenze negative per il successo dell’osteoingrazione degli impianti. Infatti, nei pazienti fumatori, sembrerebbe influenzata la corretta vascolarizzazione e ossigenazione dei tessuti di sostegno.

Candidosi orale

La candidosi orale, anche detta Mughetto, è causata dal proliferare di un fungo che si manifesta con macchie bianche che si formano sulla lingua o sulle mucose gengivali e delle guance.
La candidosi orale non va confusa con la leucoplachia che si manifesta anche questa con delle placche bianche. Quest’ultima, però, è una lesioni precancerose che potrebbe evolvere in un vero carcinoma orale.

Quindi, se si è un fumatore, e si tende ad avere i denti gialli e/o sintomi di candidosi orale, è necessaria una visita dentistica al fine di valutare la necessità di un igiene dentale. Sarebbe, inoltre, importante, per chi ha l’abitudine del fumo, un controllo periodico per valutare la salute del cavo orale.

Se prenoti online sul sito web dello Studio Dentistico Medical Center, la prima visita e l’ortopanoramica sono gratuite.

Dottoressa Maria De Angelis

Lascia una commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: