fbpx

Mal di denti? Esami strumentali per curare i denti.

mal di denti
14 Apr 2020

Mal di denti? Esami strumentali per curare i denti.

Quando si effettua una visita odontoiatrica per curare il mal di denti lo specialista valuta gli esami strumentali da effettuare per capire la causa del dolore. Per avere un quadro della situazione e poter curare i denti non sempre è sufficiente un ortopanoramica, a volte si richiedono indagini più approfondite.

Durante la visita odontoiatrica il medico valuta la salute del cavo orale cercando di individuare la causa del mal di denti. In molti casi, per poter curare i denti, è necessario sottoporre il paziente a degli esami strumentali.

Infatti queste indagini, come per esempio l’ortopanoramica, possono o confermare una diagnosi clinica o fornire un quadro completo per effettuarne una.

Quali sono gli esami strumentali utili per curare i denti?

Grazie ai progressi della ricerca scientifica lo specialista ha a disposizione diversi esami strumentali. La scelta dell’indagine da effettuare viene stabilita durante la visita odontoiatrica in base al tipo di mal di denti che il paziente lamenta e alla valutazione che il medico ha potuto effettuare del cavo orale.

Radiografia endorale

Questo esame permette di approfondire la salute di un singolo dente.

Ortopanoramica

E’ una radiografia che permette di avere una visione bidimensionale di tutta la bocca e delle strutture ossee. Questo tipo di approfondimento è utile per curare i denti in qualsiasi situazione. Infatti, l’ortopanoramica, indipendentemente dal tipo di mal di denti, permette di organizzare un valido piano di cura.

Teleradiografia

Un’ indagine molto approfondita che, a differenza dell’ortopanoramica, evidenzia anche le malocclusioni. Questo consente allo specialista di effettuare misurazioni precise prima di iniziare un trattamento ortodontico (apparecchio).

TAC CB3D

Permette la ricostruzione in tre dimensioni di tutta l’area maxillo-facciale. E’ un esame utile e necessario per curare i denti con il posizionamento di impianti e per valutare la posizione del nervo mandibolare.

La TACCB3D utilizza una dose bassa di raggi, da 10 a 30 volte minore della dose media di radiazioni somministrate rispetto alle altre indagini tradizionali.

Grazie all’ emissione dei raggi che attraversano il viso possiamo ottenere delle immagini tridimensionali di altissima qualità. Con i risultati è possibile evidenziare tanto i tessuti duri, quale l’osso, quanto i tessuti molli come gengiva e parodonto. L’ immagine acquisita viene memorizzata su una cartella personale archiviata e facilmente consultabile nella visita odontoiatrica successiva.

L’ esame viene eseguito posizionando un distanziatore interdentale mentre il paziente è in piedi.

Sarebbe utile e importante effettuare la tac prima di qualsiasi intervento chirurgico per posizionare gli impianti e per avere un quadro di insieme della situazione ossea.

Inoltre è un’indagine utile anche per lo studio e diagnosi di patologie quali fistole sinusiti mascellari e processi infiammatori periradicolari ( cisti, granulomi e ascessi dentali). Anche per curare i denti nel caso di anomalie dentali come mal posizionamento, agenesie è fortemente consigliata una tac.

Quindi, a prescindere dal tipo di mal di denti, gli esami strumentali permettono di individuare in modo precoce e preciso qualsiasi patologia.

Mal di dentiInoltre, avere un quadro chiaro e completo della situazione favorisce un intervento mirato nella cura della bocca.

Lo Studio Dentistico Medical Center è dotato di tutte le strumentazioni all’avanguardia per diagnosi e la cura dei vostri denti.

Prenotando online dal sito web la prima visita e l’ortopanoramica sono gratuite.

.

Lascia una commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: