Le apnee notturne tra le cause del russare

Apnee notturne

I pazienti che hanno l’abitudine di russare nel sonno riferiscono di sentirsi spesso affaticati durante il giorno e di non riuscire a dormire in maniera serena. Inoltre, accusano una sonnolenza diurna persistente, riflessi lenti e scarsa capacità di concentrazione.

apnee notturne

Apnee notturne

Una delle cause del russamento è dovuta alle apnee notturne, ossia una respirazione interrotta in maniera ciclica durante il sonno. Infatti, per il collasso del tessuto nella parte posteriore della gola, le vie aree vengono ripetutamente bloccate.
L’ostruzione porta il paziente a russare e priva il cervello e tutto l’ organismo in generale dell’ossigeno portando al risveglio.

Le continue apnee notturne seguite dal risveglio interrompono il sonno e causano uno stato di stanchezza generale e di sonnolenza costante.

Inoltre, le apnee notturne possono causare anche sbalzi d’umore, irritabilità e persino depressione.
Oltre al peggioramento dello stile di vita, il russamento causato dalle apnee notturne e i continui risvegli possono essere causa di gravi patologie come diabete, malattie cardiache, problemi al fegato e aumento di peso.

apnee notturne

I tre tipi di apnee: centrale, ostruttiva o mista

L’apnea centrale è un disturbo di origine neurologico: il respiro viene interrotto per mancanza di stimoli nervosi ai muscoli respiratori.
L’apnea ostruttiva è più diffusa dell’apnea centrale ed è dovuta a un’ ostruzione o alterazione di alcune strutture delle vie aeree superiori medie e inferiori.
Nell’apnea mista si possono evidenziare sia le cause dell’apnea centrale che di quella ostruttiva, il trattamento indicato è lo stesso dell’apnea ostruttiva.

Come intervenire per non russare e curare le apnee notturne

Poiché il russamento e le apnee notturne possono creare grandi disagi, come la sonnolenza persistente, è necessario cercare di intervenire.

Per evitare di russare esistono dispositivi come cerottini nasali o dilatatori il cui scopo è quello di dilatare le vie aeree prevenendo il restringimento che causa l’aumento di pressione dell’aria.

Per intervenire sulle apnee notturne si può anche ricorrere ad apparecchi più complessi studiati per la bocca.

Infatti, i dispositivi mobili di avanzamento della mandibola, MAD, sono in grado di creare uno spazio maggiore tra la lingua e la faringe, facilitando il decorso dell’aria. Lo stiramento provocato dal dispositivo impedisce anche ai tessuti molli di vibrare durante la respirazione, fattore che rappresenta la fonte più comune del russamento.
I dispositivi MAD sono ben tollerati dai pazienti e permettono spesso ottimi risultati nella cura delle apnee notturne.

Rivolgiti al nostro Studio Dentistico Medical Center per richiedere una consulenza.

Prenotando online dal sito web la prima visita e l’ortopanoramica sono gratuite.

Dott.ssa Maria De Angelis, dentista